robothotel

Hotel licenzia metà del suo personale robot per succhiare il lavoro

Gli umani preoccupati per la rivoluzione dei robot che minacciano il loro lavoro possono rilassarsi. Il giapponese Henn na Hotel era orgoglioso del suo personale interamente robot , ma si è scoperto che non erano all'altezza del lavoro.

Lo staff di robot di Henn na è stato assunto per la prima volta nel 2015 con l'obiettivo di diventare ‘l'hotel più efficiente al mondo’. Ma quattro anni dopo, sembra che i 243 robot siano meno una novità e più un fastidio . Di conseguenza, l'Henn na Hotel ha licenziato metà di loro, secondo un rapporto del Wall Street Journal .

Un ospite si è lamentato del fatto che l'assistente virtuale Churi collocato in ogni stanza d'albergo continuasse a svegliarlo dicendo: ‘Mi dispiace, non sono riuscito a prenderlo. Potresti ripetere la tua richiesta?’ a causa del russare dell'ospite . Altri ospiti si sono lamentati su TripAdvisor che Churi avrebbe interrotto le loro conversazioni. Alla fine, tutti i robot Churi sono stati rimossi dalle stanze.

Churi non è stato l'unico robot ad essere licenziato. I robot di portineria umanoide e i robot di check-in di dinosauro animatronic che non potevano rispondere alle domande di base degli ospiti senza l'aiuto umano sono stati lasciati andare. (I resoconti sul comportamento ingombrante dei robot nella hall stavano già affiorando indietro quando l'albergo ha aperto per la prima volta.) Ai ballerini robot rotti nella hall è stata mostrata la porta.

robothotel

I robot Bellhop sono stati progettati per trasportare i bagagli, ma possono muoversi solo su superfici piane e possono accedere solo a un numero limitato di stanze. Anche le loro carriere alberghiere furono interrotte.

‘Erano molto lenti e rumorosi e si sarebbero bloccati nel tentativo di superarsi’, ha detto Taishi Mito, un precedente ospite, al Wall Street Journal.

Sparare metà dei robot dell'hotel potrebbe sembrare duro, ma alla fine un hotel deve concentrarsi sul comfort dei propri ospiti più che sull'inganno dei dipendenti dei robot.

‘Quando usi effettivamente i robot ti rendi conto che ci sono posti in cui non sono necessari – o semplicemente infastidiscono le persone’, ha detto Sawada al Wall Street Journal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *